Potatura Rispettosa dell’Olivo

L’olivo è un monumento all’umanità, alla civiltà. Eppure la ricerca del profitto lo ha ridotto quasi ovunque a una macchina da olio …con le conseguenze che tutti conosciamo: mosca, xylella, cancro e via dicendo. La pratica della potatura rispettosa rimette pace tra noi e questo patriarca vegetale.

Chi l’ha detto che l’olivo sia una pianta predisposta di per sé ad ammalarsi? La situazione è peggiorata nel tempo con l’aumentare della meccanizzazione delle operazioni di raccolta e di potatura, dell’uso di concimi, dell’automatizzazione degli impianti irrigui, delle lavorazioni al terreno, dei diserbi, dei trattamenti pesticidi, delle modalità di riproduzione. Insomma, della forzatura. Il tutto in un ambiente già ad alti livelli di inquinamento generale. Tutto ciò non è più in sincrono con la natura placida, saggia, patriarcale e matriarcale dell’Olivo. Parlare di potatura a sé non ha senso senza inquadrare l’insieme della coltivazione e del nostro rapporto con la pianta e la terra.

Per approfondire leggi l’articolo:
Cura e Potatura Rispettosa dell’Olivo